Facciamo quattro chiacchiere, Signora – Anche lei! di G. Guareschi, 7 aprile 1946.

…Signora, stando così le cose, lo sa
lei, per chi voterà mia moglie?
Glielo dico io: esaurita la serie, mia
moglie concluderà che sono tutta
gentaccia e non voterà per nessuno.
E ciò è male, signora mia, perché
oggi è un dovere esercitare il proprio
diritto di voto. Ma mia moglie finirà
così perché le riesce più facile cercare
la verità fuori, anziché in se stessa. La
verità, signora, sta in noi.
Signora mia, lo sa perché insisto?
Perché io voglio che anche lei voti. E
non che voti per chi voterò io; mi
interessa che voti, che prenda
insomma la sua parte di
responsabilità.
Così domani, lei, incontrandomi,
non mi dirà più come erano solite
dire le donne quando le cose
andavano male: – Bel pasticcio che ci
avete combinato voi uomini!
Signora, oggi siamo uguali e la sua
brava parte di responsabilità se la
deve prendere anche lei. Anche qui le
donne debbono dare una mano agli
uomini: il sesso forte deve aiutare il
sesso debole.
Grazie signora, a nome di tutto il
sesso debole.
|

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...