Elezioni Capo dello Stato

Per eleggere il nuovo capo dello Stato, il Parlamento si riunisce in seduta comune. All’elezione partecipano tre delegati per ogni regione eletti dal consiglio regionale in modo che sia assicurata la rappresentanza delle minoranze. La Valle d’Aosta ha un solo delegato. Per le prime votazioni è necessaria la maggioranza dei due terzi dell assemblea. Dopodiché basta la maggioranza assoluta.

Alla Camera la coalizione che ha vinto il premio di maggioranza, Pd-Sel, ha 345 deputati. I suoi senatori sono 121. Il totale fa 466 voti nella assemblea che eleggerà il nuovo presidente. I delegati regionali sono complessivamente 58. Non sono ancora stati eletti. Ma dato che si conosce il colore politico delle maggioranze consiliari e tenendo conto del dettato costituzionale che impone la rappresentanza delle minoranze, si può concludere con ragionevole certezza che tra i 58 delegati 30 saranno di centrosinistra, 26 di centrodestra, uno del Movimento Cinque Stelle e uno della Valle d’Aosta. Fatti tutti i conti il totale dei voti di cui dispone la coalizione Bersani-Vendola per eleggere il nuovo presidente è 496. Senza contare i senatori a vita il corpo elettorale è di 1.003 grandi elettori. In conclusione, i voti di Pd-Sel, quindi, dopo il terzo scrutinio, con un’altra manciata di voti, sono sufficienti, anche se la speranza è una scelta di grandi numeri.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...