Nuovi circoli PD

Quante sono le persone che hanno la capacità di contribuire alla crescita del proprio paese, ma non avranno mai la possibilità di mettere a frutto le loro capacità, a causa di un sistema che blocca ogni loro tentativo sul nascere, e le respinge ed allontana invece che aiutarle ad emergere? Qual’è il danno che pochi individui, infliggono impedendo di mettere a frutto queste incredibili risorse? I tempi sono maturi per il cambiamento,cerchiamo luoghi dove si possa fare politica “per” e non “contro”, luoghi aperti a tutti e non a pochi intimi, dove confrontarsi e agire per il bene comune.«Il Partito Democratico in Calabria deve radicarsi nei territori e aprirsi per cogliere appieno il desiderio dei calabresi di prendere parte a una fase determinate e carica di aspettative della vita politica. Se non facessimo questo, tradiremmo noi stessi gli obiettivi che come democratici ci siamo dati dopo la fine della lunga e negativa stagione del commissariamento». Lo dice il segretario regionale del partito Ernesto Magorno. «Ho sempre parlato di un partito inclusivo – dice ancora Magorno – formato da federazioni e circoli aperti e rivolti alla società circostante, non luoghi chiusi e impermeabili ai mutamenti. In questo senso forse si è anche perso troppo tempo prezioso. Per questo andrò ovunque sarò chiamato perché vi è un gruppo di persone che vuole aprire un circolo e condividere il nostro percorso, assicurando il mio consenso, sicuro che presto giungerà quello degli altri organismi di partito che assieme al segretario regionale devono valutare e dare il loro consenso, nel pieno rispetto delle regole del codice etico che ci siamo dati. Io andrò nella direzione di un pieno rispetto dei ruoli assegnati a ciascun organo di partito.La nostra voglia di crescere, le nuove adesioni non devono assolutamente essere, infatti, elemento di divisione ma anzi un modo per rafforzare l’unità del partito. Quell’unità, nel rispetto comunque delle diversità, che è l’altro grande obiettivo che ci siamo dati e dal quale non deve prescindere il nostro impegno, anche perché ci è richiesto a gran voce da tutti i democratici. Dobbiamo però evitare ogni lentezza e ogni eccessiva burocratizzazione che frena il nostro impegno nel ricucire e radicare il nostro rapporto con questa regione che ha bisogno dei democratici e del loro impegno nei territori e in tutte le realtà locali».

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...