castrovillari..il futuro

Una giunta comunale è il frutto di equilibri politici tra le forze della coalizione che hanno stretto un patto tra di loro per amministrare al meglio la città, per il bene comune.

Ogni forza politica propone i suoi nomi, per gli assessorati, per le municipalizzate, i revisori dei conti…niente di torbido, niente di sbagliato.

Il problema nasce quando un sindaco non ha la capacità di mediare, quando promette lo stesso incarico a più persone, quando gli assessori li vuole scegliere lui, perché li preferisce deboli, manovrabili ,perché nonostante le sue urla, restino lì a genuflettersi;
Quando un sindaco offre assessorati a diversi componenti dello stesso gruppo politico in uno schema basato sul divide et impera (guardate i nomi degli assessori, delle partecipate, dei revisori…e poi ne riparliamo!)

Ed un’ultima cosa, la questione etica… Su questo bisogna essere molto prudenti… Ma occorre anche porsi delle domande… Allora, è giusto dare un incarico ad un avvocato che è segretario di un circolo del mio stesso partito, per di più di un Comune vicino a Castrovillari? A chi renderà conto il legale? Non dovrebbe essere il legale di tutti e come tale il garante di tutti?È giusto isolare politicamente l’intera città in nome di una pubblicizzata autonomia? Certo l’autonomia può essere una cosa positiva, ma se questa si traduce in un isolamento rispetto a Roma, a Cosenza, a Catanzaro forse qualcosa non va… o pensiamo di essere gli unici “puri e duri”?

Insomma è arrivato il momento di parlare di politica e di smetterla con le stantie recriminazioni del passato.

Torniamo alla politica, smettiamola di parlare del passato e pensiamo al futuro di Castrovillari, a non a quello di chi della politica vede orizzonti limitati alla propria sopravvivenza (politica).

Annunci

Un pensiero su “castrovillari..il futuro

  1. Ottime domande, le stesse che dovrebbe farsi un candidato che vuole governare una città, e porsele per stilare un programma che lo vedrà protagonista nella prossima chiama elettorale. A questo aggiungo, come tu, (mi permetto di commentare in maniera informale), ricordavi, bisognerà abbandonare del tutto le logiche di potere che hanno visto un solo uomo al comando, che non ha portato nessun frutto buono per Castrovillari, bensì solo mele marce; aggiungo inoltre, per quanto può essere condivisibile, Castrovillari da sempre nominata la città del Pollino, vede da anni un appiattimento dell’attività politica non solo nelle sedi deputate ma nella società tutta; giovani disinteressati, ex amministratori e professionisti che non vogliono rovinare la loro minima reputazione che è rimasta, ed a tutto questo, si aggiungono i vari problemi che affliggono la città, a partite dall’ospedale a finire al cementificio, che ormai sembrano del tutto svanire nel dimenticatoio del palazzo municipale. Tornare agli albori di una città protagonista e al centro delle attività – strategie politiche della Provincia e della Regione non sarà facile, ma auspico, prima ancora che vengano stilati programmi elettorali, sicuramente eccelsi, qualcuno si ponga il problema di riportare vivacità politica e sopratutto ricompattare il tessuto sociale, che ahimè, la città del Pollino non vede e non sente da anni.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...